fbpx
Cerca
Close this search box.
Logo Infoischia.com

Ischia tra le destinazioni più gettonate per l’estate

Nel 2023 il portale Booking ha inserito Ischia nella lista delle 10 località più ricercate dagli italiani per le vacanze estive. L’isola delle Flegree, quindi, si è affermata come una delle mete più amate delle rotte traghetti e dei viaggi in generale.

Si tratta, in effetti, di un piccolo scrigno di bellezze, sapori e colori con i quali deliziare i propri sensi e la propria mente. In realtà, proprio per questa sua ricchezza di cultura e tradizione, oltre che di splendidi paesaggi, richiede diverso tempo per poter essere esplorata e conosciuta bene; tuttavia, per chi non ha molte ferie a disposizione, anche un weekend potrebbe essere sufficiente per iniziare a scoprirlo e innamorarsene perdutamente, al tal punto da volerci tornare quanto prima.

Cosa fare in un weekend a Ischia

Ischia si trova al largo della costa di Napoli ed è una delle tappe più amate per chi organizza una vacanza in Campania. A conferma di ciò, è possibile trovarla tra le rotte traghetti più richieste per l’estate, e non c’è affatto da stupirsene vista la presenza di meravigliose spiagge e di splendidi scorci da cartolina.

Per chi ha solo un fine settimana a disposizione per esplorare l’isola, ecco un itinerario di due giorni, davvero full immersion, per non perdersi nulla, o almeno scoprire almeno le attrazioni principali.

Cosa vedere a Ischia: giorno 1

Il primo giorno potrebbe essere dedicato alla scoperta della zona di Ischia Ponte, conosciuto anche come Borgo di Celsa, e del suo Castello Aragonese. Si tratta di un borgo marinaro tra i più antichi dell’isola, punteggiato dalle tipiche case dei pescatori, dai ristorantini di cucina locale e da edifici religiosi interessanti, come la Cattedrale o la Chiesa della Collegiata dello Spirito Santo.

La città è collegata da una lingua di terra a un isolotto, in cima al quale si trova il Castello Aragonese, l’attrazione più celebre del posto. Quest’ultimo dall’alto domina su tutto il circondario e può essere visitato tutto l’anno.

Sempre sull’isolotto, si trovano anche altri monumenti interessanti come la Chiesa della Madonna della Libera e la Chiesa di Santa Maria alle Grazie e il Terrazzo degli Ulivi.

Cosa vedere a Ischia: giorno 2

Il secondo giorno potrebbe invece essere dedicato all’esplorazione della parte occidentale dell’isola. La prima tappa da raggiungere è il borgo Sant’Angelo, un luogo pittoresco fatto di casette colorate che si snodano fino a raggiungere una lingua di terra che porta a un isolotto. Oltre a spiaggia Sant’Angelo, tra le spiagge più belle di Ischia, si possono visitare le terme e i monumenti più caratteristici come la Chiesa di San Michele Arcangelo.

Proseguendo verso nord si arriva al paesino di Forio, che vale la pena visitare perché è uno dei più suggestivi dell’isola, grazie ai suoi vicoletti e alle sue bellissime chiese. Una di queste, per esempio, è la Chiesa del Soccorso, dalla facciata bianca e affacciata sul mare.

Se si ha ulteriore tempo a disposizione, ci sono delle rotte traghetti che da Ischia portano ad altre bellezze nelle vicinanze, come Procida, Positano o Amalfi.

APRILE A ISCHIA, HOTEL 4 STELLE AD ISCHIA CENTROCON CENTRO BENESSERE INTERNO

3 notti €

155

Ti aiutiamo a trovare la miglior offerta!