Borgo di Sant'Angelo Isola d'Ischia

Sant’Angelo, il borgo dei pescatori di Ischia

Sant’Angelo d’Ischia, nel comune di Serrara Fontana è un antico borgo di pescatori che si estende di fronte all’isolotto caratteristico di Ischia.
E’ il caratteristico borgo mediterraneo con tutte le case colorate inerpicate sul costone di tufo del monte addossate le une alle altre e affacciate sul meraviglioso panorama del mare cristallino di Ischia.
La sua Piazzetta, aperta sul porticciolo, è un’isola pedonale e luogo di ritrovo anche grazie ai numerosi negozi e locali che mettono i loro tavoli all’aperto, spesso pieni di turisti che si godono la pace e la tranquillità del borgo.
Nella Torre, la parte superiore dell’isolotto, anticamente sorgeva la chiesetta dedicata all’Arcangelo Michele che ha dato appunto il nome al borgo.

 

Come raggiungere Sant’Angelo

Sant’Angelo è interamente pedonale, quindi si sconsiglia vivamente di raggiungerlo con l’auto privata. Da Ischia Porto ci sono 2 linee di autobus che fanno capolinea a Sant’Angelo.
C’è inoltre un servizio di barche che da Sant’Angelo va a Maronti – Cavascura e viceversa e verso la Baia di Sorgeto.

La festa di San Michele Arcangelo

La Chiesa di San Michele Arcangelo è sulla collina della Madonnella ma anticamente era posta sulla cima dell’isolotto di Sant’Angelo ma fu spostata dopo i bombardamenti degli inglesi.
Il 29 settembre è un giorno importante per Sant’Arcangelo perché si festeggiano i Santi Arcangeli, in particolare San Michele. I giorni di festeggiamenti in genere sono due, il 29 e il 30 settembre, e il Santo viene portato in processione il 30 settembre dopo la santa messa del mattino, lungo le vie del paesino accompagnato dalla Banda musicale nella piazzetta di Sant’Angelo dove viene allestito un altarino che lo ospiterà fino al tramonto.
La sera il Santo viene riportato sempre in processione ma stavolta via mare, partendo dal porticciolo lungo un percorso che va fino a Sorgeto e alla Baia dei Maronti, accompagnato da musica e fuochi d’artificio.
Il suo rientro in piazzetta verrà quindi salutato con uno spettacolo pirotecnico finale.

La Torre di Sant'Angelo Isola d'Ischia

Le terme a Sant’Angelo

Nei dintorni di Sant’Angelo ci sono diverse zone termali e sorgenti. Una di queste, situata sul lato destro del borgo, è Cava Petrelle, dove è famosa la cottura di un uovo sodo a fior di sabbia, a causa delle fumarole che arrivano appunto in superficie fino alla spiaggia.
Sulla via che porta verso la Spiaggia dei Maronti è possibile incontrare le Terme di Cavascura, un bacino naturale conosciuto sin dalla colonizzazione degli antichi greci che conserva ancora oggi intatte le sue grotte con la possibilità di fare saune naturali, le cascate di acqua termale benefica che possono raggiungere anche la temperatura di 90°.

Itinerari a Sant’Angelo

Uno degli itinerari più consigliati da Sant’Angelo è sicuramente quello che parte alla destra del borgo, oltrepassa la chiesa parrocchiale e arriva fino a Cava Petrelle, dove si trovano le famose Fumarole.
Se invece siete amanti delle escursioni in barca, la più gettonata è quella che porta verso la Baia di Sorgeto dove tra gli scogli troverete vasche termali non solo a cielo aperto e gratis, ma direttamente in mare. Con la possibilità di fare bagni caldi anche d’inverno.