Pasqua a Ischia tra mare e feste tradizionali

Il periodo della Pasqua offre spunti di viaggio interessanti. Ischia dedica ai riti della Pasqua grande enfasi, la stessa che travolge anche i turisti, che scoprono l’isola tra litorale ed entroterra, cure termali e le prime scampagnate di stagione.

La Pasqua ad Ischia rappresenta l’evento centrale della cristianità ed è un momento fondamentale nella vita religiosa degli ischitani, fedeli autentici.

Un rito che coinvolge tutto il territorio e rende partecipi anche i turisti, che decidono di visitare l’isola durante la celebrazione della Pasqua.

Le tre confraternite religiose territoriali dell’isola, collocate tra Ischia, Forio e Testaccio, vantano tradizioni forti e una dedizione totale verso la religione ed operano accettando la via indicata dalla Cattedrale.

Le celebrazioni principali infatti si svolgono nell’antica Cattedrale, che il turista dovrà assolutamente visitare per apprezzarne il valore e l’autentica bellezza.

Le processioni dell’Actus Tragicus e della Corsa dell’Angelo, un forte richiamo anche per i turisti

Chi sceglie di visitare Ischia a Pasqua non solo conoscerà il territorio ma avrà un’idea più precisa

del forte sentimento religioso e della fede profonda, che accomuna gli ischitani.

Una fede che si respira se si sceglie di girovagare per le vie del centro nel periodo centrale della Pasqua.

I borghi dei sei Comuni si preparano alla Santa Pasqua con dedizione, predisponendo di tutto punto le due celebrazioni più amate dagli isolani. Si tratta di due processioni che si svolgono a Forio quella dell’Actus Tragicus e della Corsa dell’Angelo, previste il Venerdì Santo e la Domenica di Resurrezione.

I due appuntamenti sono momenti fondamentali per il culto cristiano dell’isola e, grazie all’ampia partecipazione, e all’enfasi che gli ischitani dedicano agli eventi, le due processioni sono molto seguite dai turisti, che ne restano affascinati.

Pasqua a Ischia - Maronti

Con la Pasqua arrivano anche le prime offerte imperdibili

La Pasqua di norma accompagna l’isola verso l’inizio di una nuova stagione turistica.

Sono molte le strutture dedite all’ospitalità che restano aperte anche durante l’inverno, offrendo un servizio adeguato e completo, a prezzi decisamente convenienti.

L’apertura invernale permette ai turisti che scelgono l’isola, per godere dei trattamenti termali, di fruire di servizi adeguati ed all inclusive, il giusto connubio tra ospitalità-benessere.

Trovare una collocazione turistica non è difficile, magari scegliendo fra le tante offerte e decidendo di prenotare scorrendo le pagine web di infoischia.com.

Fissata la data della vacanza, e scoperta la convenienza delle strutture, non resta che prenotare, grazie alle tre opzioni: on line, telefonicamente al 08119041224.

La Pasqua è un momento propizio per fissare una vacanza sull’isola.

Le giornate iniziano ad allungarsi e il clima è godibilissimo, ideale per le prime scampagnate sulla spiaggia o nell’entroterra.

Le temperature non sono affatto rigide e ci si può attardare per scoprire chiese, monumenti, ed il centro città dei sei Comuni che compongono l’isola.

Litorale ed entroterra sono il fulcro del turismo un po’ in tutte le stagioni, e meritano visite accurate, per scoprirne potenzialità e soffermarsi ad osservarne la bellezza.