Festa di San Vito Ischia

Le Festa di San Vito a Forio d’Ischia tra tradizione e religione

La Festa di San Vito è una delle celebrazioni religiose più sentite nel comune di Forio d’Ischia.

San Vito è infatti il Patrono del comune e la festa legata alla celebrazione del Santo Protettore è molto sentita dagli abitanti della zona.

In occasione della ricorrenza, l’intera area si mobilita, onorando il Santo Martire con messe e processioni, mercatini e concerti e con il sempre attesissimo spettacolo pirotecnico di mezzanotte.

Un’intera festa che si sviluppa sul lungomare del comune, all’ombra del Torrione di Forio.

La data della sacra ricorrenza cade nel giorno del 15 giugno, ma i festeggiamenti e le celebrazioni liturgiche si tengono finanche con una settimana d’anticipo rispetto alla festa religiosa.

Il cuore pulsante della festa è però concentrato nei giorni che vanno dal 14 al 17 giugno. Per l’occasione, il comune di Forio si affolla di devoti del luogo e di turisti curiosi, attratti dall’atmosfera festante e dagli appuntamenti che si susseguono in onore del Santo Patrono.

I festeggiamenti del 14 giugno

Il primo giorno dei festeggiamenti in onore di San Vito è quello del 14 giugno. Ovviamente il luogo di partenza per onorare il culto del Santo Protettore di Forio è la Basilica di San Vito, risalente al 1306. Dopo la celebrazione delle messe, proprio a Piazzale San Vito, lo spazio antistante la chiesa dedicata al Santo Martire, ha inizio la rappresentazione della vita e delle gesta del Santo Patrono.

Questa raffigurazione ripercorre, inoltre, la storia che lega San Vito al comune di Forio d’Ischia. Leggenda narra infatti, che un parassita delle piante curabile con lo zolfo avesse infestato i vigneti ischitani, una delle principali coltivazioni dell’isola da cui dipendeva l’economia locale.

La scarsità delle vendemmie venne miracolosamente fermata con l’arrivo di una nave venuta dalla Sicilia. I marinai sull’imbarcazione dissero di essere stati inviati da un fanciullo apparso loro sotto il nome di Vito. Il carico portato da quella barca era proprio il prezioso zolfo, grazie al quale gli ischitani debellarono la malattia dai vigneti e poterono così risolvere la crisi.

È da quel momento che è nata la venerazione per il Patrono e proprio per questa ragione la statua del Santo reca nella mano un grappolo d’uva.

I festeggiamenti del 15 giugno

Il giorno dedicato al Santo Protettore di Forio è interamente incentrato alla venerazione di San Vito. Le messe si svolgono in continuazione e una banda musicale porta in giro per la strade del comune le note in onore del martire.