fbpx

L’Ischia Film Festival oltre il covid: appuntamento confermato per il 2021

La pandemia non ha fermato Ischia e il suo amore per il cinema. Così star, abitanti del luogo e turisti si ritroveranno tutti insieme per una festa all’insegna della cultura ma anche dello svago. Un evento che va in scena ormai da quasi 20 anni e che ha marcato il cartellino anche nel complicato 2020. Ecco perché gli appassionati dovranno segnarsi sul calendario l’appuntamento imperdibile del 2021 previsto dal 26 giugno al 3 luglio. La formula sarà quella ibrida già sperimentata, causa covid, nella precedente edizione quando fu il primo evento cinematografico a ripartire. Si alterneranno attività via web ed in presenza, nel rispetto delle normative vigenti. Ciò non inficerà naturalmente sulla qualità, sempre intatta, della kermesse in linea con quanto fatto fino ad oggi. Non resta insomma che prenotare: sole, mare e film per una vacanza alla quale non manca davvero nulla. Con la suggestiva cornice del Castello Aragonese a valorizzare un’attività che rappresenta un fiore all’occhiello in materia cinematografica, non solo locale ma nazionale.

L’isola racconta il cinema: così nasce l’Ischia Film Festival

Il cinema ha raccontato Ischia ed Ischia ha raccontato il cinema, in particolar modo dal 2003 quando il direttore artistico Michelangelo Messina ha deciso che era arrivato il momento di rendere ufficiale questo binomio. Così è nato l’Ischia Film Festival, manifestazione che si prefigge l’intento di conferire un riconoscimento alle opere, ai registi, agli attori e a tutti coloro che lavorano in questo straordinario mondo che è, appunto, il cinema. Da allora ospiti nazionali ed internazionali si sono alternati sull’imponente palco del Castello Aragonese, approfittando dell’occasione per girare in lungo e largo l’isola. Tra questi citiamo, tra gli altri, Abel Ferrara, Pupi Avati, Jean Sorel, Amos Gitai, Margarethe von Trotta, John Turturro, Abbas Kiarostami, Gabriele Salvatores, Carlo Verdone, Marco D’Amore, Sergio Rubini, Walter Veltroni. A disposizione dei premiati non vengono conferiti compensi in denaro: un cocktail al tramonto, dopo una giornata passata tra mare e terme, e l’ospitalità in un posto come Ischia ripaga oltremodo viaggio e presenza.

Ischia e cinema, un binomio indissolubile che nasce da lontano

Quello tra l’isola d’Ischia e il cinema è un binomio che sempre funzionato. Sempre. Se vogliamo trovare una collocazione temporale alla nascita di questa coppia, mai in crisi nonostante gli anni che passano, dobbiamo far riferimento a Vittorio De Sica quando nel 1957 fece uscire il suo “Vacanze ad Ischia”. Qualche anno dopo, più esattamente nel 1960, fu il turno di “Appuntamento ad Ischia” per la regia di Mario Mattoli con la partecipazione di Domenico Modugno e Mina. Prima ancora però, pur senza essere nominata, Ischia aveva fatto da sfondo ad un’avventura che doveva essere caraibica ma che in realtà era mediterranea a tutti gli effetti, con “Il corsaro dell’isola verde” che vedeva nel cast una star internazionale come Burt Lancaster. Successivamente il rapporto è proseguito con reciproca soddisfazione, da “Cleopatra” con Liz Taylor a “Delitto in pieno sole” con un giovane Alain Delon cui ha fatto seguito, in tempi più recenti, “Il talento di Mr Ripley” con Matt Damon. Le produzioni importanti sono proseguite fino ad oggi con la serie tv “L’amica geniale” e “Men in Black” uscito nel 2019. Sarà per lo scenario naturale cui può far affidamento l’isola, con il suggestivo Castello Aragonese e i tanti scorci meravigliosi messi a disposizione, ma sono in tanti ad aver scelto la fu Pithecusa per raccontare le proprie storie e contribuire alla nascita di un fenomeno turistico che ha degli importanti risvolti anche in termini culturali.

Richiedi

un preventivo

Dichiaro di aver preso visione e di accettare informativa sul trattamento dei dati personali *

X