Ischia è di chi la ama.

Ischia è di chi la ama.
Ischia non guarda la carta d’identità.

Cari amici #settentrionali, cari amici cinesi, cari amici di Vo’ e cari amici di #Codogno: ci accomuna il culto della bellezza e da ischitani, orgogliosi cittadini e operatori turistici dell’isola, non possiamo che ribadirvi che da millenni, da queste parti, la parola che ispira il nostro vivere è #accoglienza.
E se qualcuno, disorientato dai tempi difficili che viviamo, esce fuori strada, statene certi: l’isola resta la meraviglia che vi ha sempre attirato, coccolato, entusiasmato.
E vi attende, oggi o domani, a marzo o ad aprile, dandovi il miglior benvenuto possibile: quello di chi vuole condividere con voi il mare e le terme, l’archeologia e il buon cibo. L’unico lasciapassare sui nostri porti è una condizione indispensabile: amarla, come l’amiamo noi.
Augurando a voi tutti tempi più sereni, saremo così pronti a dirvi grazie per averci scelto, guardando il nostro mare risplendere nei vostri occhi, senza soffermarci – come accade da millenni – sulla carta d’identità.