Giardini la Mortella Isola d'Ischia

La Mortella, il giardino incantato di Ischia

La Mortella , che si trova nel comune di Forio, è il giardino creato da Susana Walton, moglie argentina di Sir William Walton, compositore e direttore d’orchestra inglese, del che a Forio d’Ischia volle creare un giardino con le specie vegetali più originali al mondo.

La coppia si trasferì a Forio d’Ischia subito dopo la seconda guerra mondiale, creando dal nulla un giardino meraviglioso. Oggi esiste una fondazione che gestisce La Mortella organizzando all’interno del giardino concerti e programmi artistici; all’interno del giardino è possibile visitare anche il museo con i manoscritti degli spartiti di Walton e il teatrino delle marionette di Lele Luzzati.

La Mortella, perché visitare il giardino

La Mortella offre uno spettacolo unico con piante e fiori di specie ancora oggi sconosciute; durante la vostra visita sarete accompagnati dal verde e dal profumo intenso dei fiori.

La Mortella è divisa in due parti. Il giardino a valle è stato disegnato da Russell Page nel 1956 ed è a forma di L.
Il braccio più lungo è delineato da un piccolo ruscello, mentre il lato più corto si trova davanti a casa Walton. Quattro fontane disegnano gli snodi principali del giardino a valle. Qui potrete vedere un Ginko Biloba, un vero e proprio fossile vivente che impressionò anche Johann Wolfgang von Goethe.

Il giardino in collina è stato invece disegnato da Lady Walton è ed recente, risale infatti alla scomparsa di Sir Walton, al 1983.
La parte superiore del giardino è coperta da vegetazione mediterranea e ha delle vedute meravigliose sul mare. In cima al giardino, in una posizione dominante, è possibile ammirare la Roccia di William che custodisce le ceneri del musicista.
Poco lontano dalla roccia è possibile vedere il Tempio del Sole, che ospitava anticamente una cisterna di acqua piovana. Le decorazioni sono opera di Simon Verity e raffigurano Apollo, il Dio della Musica e della Poesia.

Nel giardino superiore è possibile ammirare anche il Ninfeo, con la fontana in acciaio al centro, detta Specchio dell’anima, la piccola grotta di Afrodite, opera in marmo di Verity. Il ninfeo è il memoriale di Susana Walton, le sue ceneri infatti sono state deposte vicino alla statua di Afrodite.

Sfruttando il pendio della collina è stato costruito anche un teatro che ospita concerti di musica all’aperto durante la stagione estiva e può arrivare ad ospitare anche 400 persone.

Nel punto più alto del Monte Zaro c’è poi il giardino orientale, riconoscibile per il padiglione thailandese e lo stagno tipico di piante di loto.

 

La Mortella: orari, apertura e prezzi

Il giardino è aperto al pubblico dal 1° aprile al 31 ottobre il martedì, giovedì, sabato e domenica dalle 9 alle 19.

E’ possibile visitare La Mortella anche nella stagione più fredda con visite su appuntamento accompagnati da guide che vi racconteranno la storia dei giardini.

D’inverno La Mortella è verde e rigogliosa, piena di frutti esotici e colorati; nella stagione fredda è possibile vedere la fioritura delle camelie, dalle sasanqua alle williamsi, dalle japoniche alle reticulate.
Sempre nella stagione fredda è possibile vedere la fioritura della Bauhinia blakeana, l’albero delle orchidee di Hong Kong.

La Mortella è aperta anche lunedì di Pasquetta, il 25 aprile e per il ponte del 1° maggio.

Il prezzo del biglietto di ingresso è di 12 euro, ridotto a 10 euro per i ragazzi da 12 a 18 anni, per gli adulti over 70 e per i residenti dei comuni di Ischia.

I bambini da 6 a 11 anni pagano 7 euro, mentre i bambini fino a 6 anni non pagano.